Sintomi del disinnamoramento

La fine di un rapporto romantico è sempre un avvenimento drastico, almeno per una delle due parti. Quando un amore finisce ci si ritrova con un pungo di mosche in mano, tanti bei ricordi ed un dolore inimmaginabile, almeno nei frangenti più drastici. 

Nonostante ciò, bisogna tenere in considerazione che nessun amore finisce mai all’improvviso.

Bisogna infatti tenere bene a mente che, il procedimento che conduce ad una rottura romantica (il fantomatico “disinnamoramento”) è quel momento di un rapporto in cui una delle due parti comincia ad allontanarsi, e ad allontanare i propri sentimenti romantici nei confronti di qualcuno.

La situazione è quella che è, ma sapevate che esistono dei segnali che è possibile individuare per riconoscere una situazione di disinnamoramento?

Li scopriamo insieme con questo articolo.

Vuoi scoprire i 5 ERRORI MADORNALI che in questo momento stai commettendo per riconquistare la tua ex e che la stanno allontanando ulteriormente? Inserisci la tua E-Mail e leggi con estrema attenzione quello che ti scriverò...

Quali sono i segnali del disinnamoramento?

I segnali di disinnamoramento sono un misto di eventi, comunicazioni indirette, segnali e cambiamenti che manifestano (spesso in maniera inconscia) una palese diminuzione del romanticismo da parte di una delle due parti. Imparare a riconoscere questi segnali, e ad interagirvi, può dunque essere fondamentale per ottenere una chance di riparare il problema.

Vediamo più da vicino quali sono e come si evolvono questi segnali.

Comunicazione ridotta

Tra i primissimi segnali che identificano delle problematiche di disinnamoramento troviamo la comunicazione ridotta. Un cambio radicale nelle abitudini di comunicazione non significa però una semplice diminuzione del tempo di contatto verbale, ma anche della sua qualità diretta, del modo e degli argomenti di cui le persone parlano.

Si parla di possibile disinnamoramento nel momento in cui si parla di meno in una coppia, e quelle poche volte che lo si fa si portano avanti delle discussioni “frivole”, leggere e legate molto alla quotidianità. Non esiste più un dialogo profondo e maturo su argomenti importanti, cosa che invece caratterizza le coppie più strette e innamorate.

La presenza di tale fattore è riconoscibilissima e manifesta un problema interno che va discusso quanto prima.

Mancanza di intimità

Come diretta conseguenza della diminuzione di comunicazione, la mancanza di intimità è il passo successivo in una relazione che sta per finire. Parliamo sia di intimità fisica che emotiva, che non viene più ricercata come un tempo da uno dei due partner.

In questo caso, dunque, colui o colei che si sta disinnamorando prova scarsa o addirittura completamente assente intesa sessuale, che conduce inevitabilmente ad un ulteriore allontanamento delle due parti. Questo tipo di distacco è spesso seguito anche dalla mancanza di intimità mentale, che consiste in una scarsa voglia di condividere pensieri e sentimenti.

Questo è un fattore da non trascurare assolutamente.

Aumento dei litigi

La conseguenza diretta dei primi due punti che abbiamo visto nelle righe precedenti è quella dell’aumento dei litigi. Litigare, all’interno di una coppia stabile, è pure un fattore normale, ma quando le liti aumentano drasticamente (anche a causa di stupidaggini) allora la situazione potrebbe essere decisamente più seria di quanto pensato.

Il problema si trasforma dunque in segnale di disinnamoramento nel momento in cui i litigi aumentano la loro frequenza di presenza e la loro intensità: si identifica un segno molto particolare, che caratterizza l’impossibilità di uno nel mettersi nei panni dell’altro.

I litigi sono una fase molto delicata, e rischiano di compromettere un rapporto per sempre.

Cambiamenti nei comportamenti affettivi

In maniera molto simile a quanto fatto dai litigi, un distacco emotivo può facilmente condurre ad un cambiamento nei comportamenti affettivi, che subiscono una sorta di “raffreddamento”. Quando una delle due parti (o magari entrambe) comincia a dimostrare meno affetto del solito, proponendo solo distacco, freddezza e insensibilità, si potrebbe pensare ad un accenno di disinnamoramento.

Si tratta di un segnale inequivocabile, poiché non ci sarebbe altro motivo per cui uno dei due dovrebbe allontanarsi anche nella sfera affettiva.

In questo caso bisogna dunque indagare attentamente, e scoprire le origini del problema per risolvere la situazione.

Mancanza di progetti futuri

Tra i più grandi segnali del disinnamoramento troviamo forse uno di quelli con la maggiore probabilità di causare dolore nelle persone. Quando qualcuno si disinnamora, potrebbe smettere di pensare al futuro con il proprio partner, cosa che porta alla conseguente mancanza di progetti futuri insieme.

Non pensare ad un piano sul lungo termine manifesta come, la persona in questione, non abbia voglia di pensare a piani futuri di coppia, e come si stia semplicemente andando avanti per inerzia.

Progettare il futuro insieme è una parte fondamentale dell’evoluzione di una coppia, e qualora questo venisse a mancare creerebbe una situazione particolarmente fragile.

Riduzione del tempo trascorso insieme

Tra le varie problematiche messe in piedi proprio dal disinnamoramento troviamo poi la conseguente riduzione del passato insieme. Quando in una relazione le dinamiche si raffreddano molto, per una delle parti (o per entrambi) potrebbe verificarsi un allontanamento automatico, dettato dalla preferenza di passare il tempo altrove piuttosto che con il proprio partner.

In questo caso, quindi, si viene a ridurre il rapporto di esclusività che uno ha con l’altro, conducendo al lento congelamento del rapporto.

Si tratta di un segnale abbastanza esplicito, che non va trascurato o lasciato correre.

Critiche e mancanza di rispetto

Quando un rapporto si fa sempre più duro da gestire (vedi il punto dedicato alle liti) aumentano anche le critiche senza motivo, seguite da una quasi totale mancanza di rispetto. A questo punto, una delle due parti potrebbe cominciare a incrementare il livello delle proprie critiche, senza fornire però uno spunto di crescita.

Insieme a queste, aumentano anche sarcasmo e disprezzo, che si tramutano in un piccoli insulti velati, battutine pungenti e modi di fare poco educati, di certo non rispettosi.

In questi casi, è quasi certo che il rapporto sta giungendo al termine, e che bisogna intervenire il prima possibile.

Infedeltà o tentazioni di infedeltà

Quando l’amore appassisce quasi totalmente, ci si può aspettare dell’infedeltà, oppure delle tentazioni in merito. Se un partner che si disinnamora comincia a dare segnali di questo tipo, probabilmente sta cercando di comunicare ancora più platealmente la sua insoddisfazione, che si manifesta verso la ricerca di amore altrove.

Questo segnale è dovuto ad una sensazione di incompletezza, che conduce il partner che si allontana a cercare ciò che gli manca da altre parti.

Sentimenti di insoddisfazione o infelicità costanti

Come abbiamo spesso detto in questa piccola guida, osservare il comportamento del proprio partner è fondamentale per anticipare la situazione, sempre che il segnale in questione sia reso evidente. Uno dei segnali di comportamento da tenere sott’occhio è relativo ai sentimenti di insoddisfazione e infelicità.

Quando questi sentimenti sono resi in maniera costante, ed evidenti anche da comportamenti come il lamento, la rabbia frequente o l’insoddisfazione, allora si potrebbe parlare di una persona che si sta lentamente disinnamorando, che cancella i propri freni inibitori eliminando completamente il rispetto verso l’altro.

Mancanza di compromesso

Infine, l’ultimissimo segnale di disinnamoramento che citiamo è la mancanza di compromesso. A nostro avviso, questo è quello che definiamo come il “punto di non ritorno”. Quando non è più possibile trovare un punto di incontro nelle discussioni o nei litigi, o non si riesce a trovare dei compromessi validi per portare avanti il rapporto, si può parlare di “fine rapporto” in tutto e per tutto.

Il compromesso è fondamentale in una relazione: permette di bilanciare i pensieri considerando i bisogni e le necessità di entrambi.

Se non si riesce più a fare questo, allora si potrebbe parlare di problema serio, per il quale sarebbe necessario un intervento praticamente immediato.

Come riprendere in mano una relazione che sta giungendo al capolinea?

A questo punto della nostra disamina, ci piacerebbe dare dei consigli concreti per risolvere i problemi di questo tipo. Purtroppo però, la realtà è ben differente: non esiste una soluzione unica che sia valida ed efficace per tutti. Ogni situazione di disinnamoramento è a sé, e potrebbe derivare da discorsi e storie che vanno al di là dei segnali esplorati.

In generale potremmo dire comunque che, per salvare una relazione che sta affondando lentamente, la primissima cosa da fare è proprio quella di analizzare in maniera attenta e dettagliata tutta la situazione. Questo permette di individuare il problema, e fornisce la possibilità di risolverlo alla fonte.

A tal proposito, se vuoi il nostro aiuto sul riprendere in mano la situazione, ti consiglio di richiedere ora una consulenza telefonica con me affinché io possa analizzarla e consigliarti la migliore soluzione:

Riconquista la tua EX: richiedi una consulto personalizzato per la tua situazione

La fine di una relazione è dolorosa, ed i margini di errore sono minimi se non vuoi rischiare di rovinare ulteriormente il rapporto. Ecco perchè puoi affidarti alla mia esperienza per recuperare la tua relazione grazie a questo consulto personalizzato.

Conclusioni finali

Per concludere, dunque, il disinnamoramento è un avvenimento molto particolare che può facilmente destabilizzare l’armonia di una buona coppia.

Quando uno dei due si allontana, tuttavia, non bisogna fargliene una colpa: è intelligente cercare di recuperare la situazione e risanare la storia, ma bisogna anche imparare a portare rispetto per le emozioni altrui.

Usa la testa, ma anche il cuore.

Foto dell'autore

Lascia un commento

C'è una EX che vuoi riconquistare? Scopri ORA il Protocollo della Riconquista