Home > Crescita Personale > Il meccanismo delle dipendenze e come liberarsene

Il meccanismo delle dipendenze e come liberarsene

Tutte le dipendenze, hanno un unico filo conduttore.

Nei precedenti articoli, abbiamo visto come la dopamina è capace di modificare il modo in cui i tuoi neuroni lavorano, arrivando al punto di avere effetti indesiderati evidenti, come ad esempio disfunzioni sessuali.

L’argomento principale di questo blog è la sessualità, ma questo articolo sarà leggermente più vasto, in quanto non sono solamente le disfunzioni sessuali ad essere sintomi di una dipendenza, in questo caso sintomi di porno dipendenza, ma anche depressione, scarsa motivazione, difficoltà di concentrazione e ridotte capacità cognitive.

Inoltre, il meccanismo che c’è dietro alla dipendenza del porno, è lo stesso meccanismo che c’è dietro a qualunque altra dipendenza: dipendenza da zuccheri, dipendenza da gioco d’azzardo, quindi ludopatia, dipendenza da alcool, dipendenza da fumo, dipendenza da droghe, dipendenze da Social Network e così via.

Quindi, qualunque sia la tua dipendenza, questo articolo fa al caso tuo.

In tutte le dipendenze, c’è un unico filo conduttore, e vedremo in questo articolo qual è il meccanismo delle dipendenze.

La Dopamina, un indispensabile ormone, ma la cusa delle dipendenze

La dopamina è un fondamentale neuro trasmettitore, senza di essa l’uomo sarebbe senza stimoli di compiere determinate azioni, ma non solo: è capace anche di regolare funzioni come ad esempio il controllo del movimento, apprendimento, sonno e inibizione della prolattina (ti dice qualcosa? ne abbiamo parlato nell’articolo dedicato a come ridurre il periodo refrattario… tutto torna!).

Questo ormone, è il principale carburante che da all’uomo la volontà di compiere determinate azioni al fine di ottenere una ricompensa.

Per esempio, se abbiamo fame, il nostro cervello ci “spinge” a trovare del cibo, ed è grazie alla necessità di dopamina che il nostro cervello ci segnala che dobbiamo trovare del cibo. Infatti, dopo aver mangiato, abbiamo una scarica di dopamina, che ci fa sentire appagati, e che fa smettere quindi al cervello di mandare segnali di trovare cibo.

Più mangiamo, più le scariche di dopamina sono forti, ed è proprio questo che ci frena a non trovare altro cibo.

Lo stesso succede quando siamo eccitati, ed abbiamo bisogno di fare sesso, oppure quando abbiamo bisogno di fumare, e così via per tutte le altre dipendenze.

Compreso questo, facciamo un piccolo passo indietro.

Il tuo cervello è lo stesso dell’Homo Sapiens di 200.000 anni fa

Se avrai studiato un minimo di Evoluzione Umana alle scuole elementari, saprai benissimo che noi siamo in realtà degli Homo Sapiens, la stessa specie di 200 mila anni fa.

Seppur ci sono stati in 200 mila anni piccole evoluzioni, la storia ci insegna che in realtà ci vogliono milioni di anni affinchè la specie umana cambi drasticamente. Basti pensare che il genere umano, è comparso 2,1 milioni di anni fa.

Come abbiamo detto diverse volte, seppure viviamo in un mondo moderno, il nostro cervello resta ancestrale, lo stesso degli uomini del paleolitico, per motivi chimici.

Quello che cambia, dal paleolitico ad oggi, è sicuramente la linea di pensiero e il comportamento che noi abbiamo nel mondo moderno che ci circonda.

Ed il problema è proprio questo, i comportamenti che sono considerati “normali”, in realtà danneggiano il nostro cervello (letteralmente).

Per esempio, al giorno d’oggi, è considerato normale controllare le notifiche del cellulare o dei social network centinaia di volte al giorno, oppure è considerato normale guardare porno ogni giorno, fumare, bere alcool e così via.

Tutte queste attività moderne, sovrastimolano la dopamina di almeno dieci volte rispetto ad una attività che veniva svolta nel paleolitico

Ed è qui che nasce una dipendenza: la dopamina più viene stimolata, più ha bisogno di essere stimolata.

Posso farti un esempio estremo, analizza chi fa uso di cocaina: più viene usata, e più il cocainome ne ha bisogno in quantità maggiori e più frequentemente.

Succede lo stesso per qualunque altra cosa: più mangiamo cibi zuccherosi, più ne sentiamo il bisogno di mangiarne, più beviamo alcool, più ne sentiamo il bisogno di berne, più usiamo Facebook, più sentiamo l’urgenza di controllare le notifiche.

Se parliamo di Social Network, essi sono costruiti appositamente per stimolare la Dopamina, e a tal proposito di consiglio il libro “Irresistibile” di Adam Alter, se vuoi scoprire come essi siano costruiti appositamente per stimolare la tua dopamina, e come puoi liberartene.

Troppa Dopamina = Desensibilizzazione neurale

Arrivati a questo punto, avrai quindi ben compreso che la dopamina è l’ormone che sta dietro alle dipendenze.

Purtroppo, in realtà, non è solamente un problema di dipendenza, seppure le dipendenze possono avere effetti disastrosi sulla nostra vita: basta pensare alla dipendenza dal porno che può farti perdere ore davanti ad uno schermo, alla dipendenza del fumo che danneggia i tuoi polmoni, all’alcool che danneggia il tuoi fegato, e così via per qualunque altra dipendenza.

Queste sono le conseguenze dirette, ma in realtà esistono anche le conseguenze indirette di una dipendenza, che si manifestano in altri aspetti della vita quotidiana

Essendo il nostro corpo adattogeno, quindi che si adatta all’ambiente circostanze, sempre per motivi ancestrali, il nostro cervello inconsciamente ci fa tendere a favorire quelle cose che ci portano più scariche di dopamina, rispetto ad altre.

Mi spiego meglio, con un esempio.

Se sentiamo la necessità di avere un rapporto sessuale, tenderemo più a prediligere un porno oppure una prostituta, in quanto la scarica di dopamina è immediata e più forte, e inconsciamente la nostra mente ci impigrisce nell’andare a cercare e a corteggiare una donna, il che richiederebbe tempo, e non una scarica di dopamina immediata, ma piuttosto una scarica di dopamina piccola ma costante nel tempo.

Inoltre, entriamo in un vortice negativo, dove siamo talmente assuefatti dalle cose che ci danno scariche di dopamina, che perdiamo anche l’interesse verso cose più importanti, ma che ci danno meno scariche.

Uno dei sintomi di chi è assuefatto dalla dopamina, è proprio la depressione, in quanto non siamo capaci di riconoscere la felicità dalle piccole cose, perchè le piccole cose non ci danno una scarica di adrenalina così forte come guardare un porno, giocare d’azzardo, bere alcool, mangiare zuccheri, e così via.

Forse è capitato anche a te, di sentirti un pò giù di morale, e hai cercato “conforto”, bevendo qualche bicchierino in più con i tuoi amici, oppure saltando la palestra e mangiando schifezze, oppure guardando più porno del normale: questi sono gli effetti della dopamina.

In sostanza quindi, non è solo una questione di dipendenza e dei suoi effetti diretti, il problema è che ci sono altre conseguenze indirette, peggiori anche degli effetti diretti.

Non è un caso che i tassi di suicidio tra chi soffre di Alcolismo e/o Tossicodipendenza è estremamente elevato.

Seppur in misura meno grave rispetto agli alcolisti e tossicodipendenti, ma comunque decisamente degni di nota, diversi studi hanno dimostrato il collegamento che anche l’essere dipendenti dai Social Network è la causa dell’aumento di Depressione e Suicidi.

Gli stessi effetti si hanno ovviamente, per qualunque altra dipendenza, qualunque essa sia, ma con ovviamente effetti indesiderati di diversa intensità a seconda del tipo di dipendenza.

Scioccante, vero?

Anche io sono rimasto scioccato quando ho scoperto tutto questo, e nel prossimo articolo ti spiego come ho fatto ad eliminare le mie dipendenze, ed essere più felice, produttivo e stravolgere completamente la mia vita eliminando in primis la dipendenza dal porno, e poi tutte le altre minori.

Lascia la tua E-Mail di seguito per non perdere i miei prossimi articoli:

Lascia un commento