Come far squirtare una donna e farla godere come una matta

Lo, so. Vuoi sapere come far squirtare una donna, perchè lo trovi estremamente eccitante.

Siamo abbastanza adulti da confessarcelo.

Ma, tranquillo, sei nel posto giusto.

Vediamo in questo articolo come far squirtare una donna in 3 passi, che puoi mettere in pratica da subito, al prossimo rapporto sessuale con la tua partner.

Come scoprirai più avanti in questo articolo, squirtare non si tratta di un mistero.

Tutte le donne possono squirtare, anche se non lo hanno mai fatto prima.

Non si tratta quindi di una “dote particolare” riservata a poche donne.

Audio Corso sulla Seduzione Gratuito

Scopri come puoi sedurre qualsiasi donna tu voglia, e quali sono i principi psicologici da governare per avere successo con le donne

Hidden Content

Come far squirtare una donna: ecco i 3 passi

Vediamo finalmente quali sono i 3 passi da seguire affinché la tua partner possa squirtare.

Passo uno: crea le condizioni idonee

Lo squirt è una questione mentale.

In realtà, come abbiamo già visto anche negli altri articolo, il vero sesso, avviene nella mente, e poi nel corpo.

Proprio per questo motivo che per far si che la donna possa squirtare, devi far si che vi siano le condizione adatte.

Non puoi pensare di provare a squirtare se avete poco tempo, se c’è il rischio di essere scoperti o non potete fare rumore.

Lo squirt, è liberazione per la donna.

Proprio per questo motivo che devi creare le condizioni affinché lei possa essere totalmente libera da tutto in modo che può concentrarsi solo su se stessa.

Quindi, mi raccomando, assicurati anche di spegnere il cellulare ed elimina qualsiasi fonte di potenziale distrazione.

Prepara un asciugamano e mettila sul letto.

Spesso capita che per paura di bagnare, la donna contrae, anche involontariamente quei muscoli che la impediscono di squirtare.

Insomma, devi pensare a praticamente tutto.

Passo due: fai in modo che abbia bevuto tanta acqua

La quantità di squirt, dipende anche dalla idratazione degli organi.

Infatti, secondo uno studio pubblicato sul sito ufficiale della “Associazione Italiana Sessuologia Psicologia Applicata“, prendendo in esame la fisiologia delle donne durante lo squirting, si legge che prima dello squirting esse avessero la vescica vuota, poi piena durante la stimolazione, e poi nuovamente vuota dopo lo squirting.

In sostanza, lo squirting non è urina, ma quasi.

Proprio per questo motivo, che più acqua la donna ha nel suo corpo, più c’è la possibilità che lo squirting sia potente.

Noi maschietti lo sappiamo benissimo: più acqua c’è, più ci eccitiamo.

Quindi assicuratevi di bere tanto prima del rapporto sessuale, magari svuotare la vescica, e poi iniziare il rapporto sessuale.

Passo tre: tranquillizzala che non si tratta di pipì

Una delle paure più grandi che limitano le donne dallo squirting, è proprio la pura di fare pipì nel letto, e quindi imbarazzarsi davanti al partner.

Infatti, durante la fase di squirting, la sensazione per la donna è praticamente la stessa.

Dobbiamo quindi tranquillizzare la nostra partner, che non si tratta di pipì, e che seppur fosse, tu non ti scandalizzi, proprio perchè sei il partner.

Devi quindi fare in modo che lei non abbia nessun timore.

Anche perchè, come hai potuto leggere qualche riga fa, lo squirt non è urina, ma quasi, ed è così per tutte le donne.

Passo quattro: prova a squirtare, ma non sforzare

Hai presente quando ti dicono “Devi stare calmo”, ma non riesci?

Più o meno funziona anche così per lo squirt.

Lo squirt, è stimolazione mentale.

Non puoi imporre tu, dall’esterno, di far squirtare una donna.

L’impulso, deve partire da lei, e deve avere piena fiducia che può farlo.

Proprio per questo motivo che devi seguire assolutamente i tre punti precedenti, proprio perchè sono i più importanti in assoluto.

Passo cinque: vaginale o clitoridea?

Non tutte le donne raggiungono l’orgasmo nello stesso modo.

Alcune donne sono vaginali, altre clitoridee.

Questo vuol dire che devi provare a stimolare per raggiungere lo squirt, o il punto G, oppure il clitoride.

Questo dipende dalla ragazza: se è vaginale, ti focalizzi sulla penetrazione e sul punto G, altrimenti ti focalizzi sul clitoride.

Contrariamente a quanto si crede, non tutte le donne sono uguali.

Alcune non riescono a raggiungere l’orgasmo se non stimolando il clitoride, altre se non il punto G, altre, le più fortunate, con entrambi ma hanno comunque una sensibilità maggiore con uno dei due.

Per questo motivo, focalizzati su uno dei due, in base alla donna che hai davanti.

Passo sei: usa un vibratore o un dildo

Ad alcuni uomini imbarazza l’utilizzo dei sex toys.

Pensano che sia tradimento.

Niente di più insensato.

Amico, siamo nel 2021.

Proprio per questo motivo, un potente strumento che puoi utilizzare è un vibratore, da utilizzare sul clitoride, oppure un dildo.

Personalmente, preferisco il primo, da utilizzare sul suo clitoride, mentre con il pene stimolo il suo punto G.

Grazie ai sex toys, la tua donna proverà un piacere che probabilmente non riesce a provare in un altro modo.

Ma non perchè tu non sia bravo abbastanza, ma semplicemente perchè un vibratore non si stanca mai di vibrare essendo elettronico.

Non commettere l’errore paragonandoti a dei giocattoli di plastica e pensare “devo saperla soddisfare io”.

Le posizioni sessuali migliori per far squirtare una donna

Per quanto vedo in giro su internet che ci sono posizioni consigliate, personalmente credo che sia tutto molto relativo.

Tutto dipende innanzitutto se lei è clitoridea o vaginale, e poi dipende dalla forma del tuo pene.

Per intenderci, una delle ragazze con cui stavo, riusciva a squirtare senza che io la presentavo, ma semplicemente utilizzando la lingua sul clitoride.

Quindi, se è clitoridea, non c’è una vera e propria posizione, se non lei con la schiena sul letto e le gambe aperte.

Se vuoi associare la penetrazione, alla stimolazione del clitoride, magari con un vibratore, con le tue mani, o lasciarlo fare a lei, ti consiglio invece la posizione del kamasutra chiamata “La sdraio”.

Se invece lei è vaginale, ti consiglio di provare la posizione del bambù, oppure quella del gallo.

Come far squirtare una donna: conclusioni

Abbiamo quindi visto che per far squirtare una donna, il gioco principale sta nel convincerla che si tratta di una cosa che anche lei può farlo, oltre che dobbiamo fare in modo di mettere il nostro partner a suo agio, e creare le condizioni giuste.

Come ti ho detto già, non esistono posizioni particolare per far squirtare una donna, anche se è vaginale e quindi richiede un lavoro maggiore nel punto G.

Il motivo, è che per quanto possa essere fisico il rapporto, come ti ho premesso all’inizio, lo squirt è una questione mentale e di sbloccare la donna.

Quindi, più che un lavoro di fisico, è un lavoro di mente.

Ed è proprio su questo che noi dobbiamo essere bravi.

Audio Corso sulla Seduzione Gratuito

Scopri come puoi sedurre qualsiasi donna tu voglia, e quali sono i principi psicologici da governare per avere successo con le donne

Hidden Content

Lascia un commento