Home > Crescita Personale > Come aumentare l’autostima: alcuni consigli pratici

Come aumentare l’autostima: alcuni consigli pratici

Aumentare l’autostima, vuol dire migliorare la qualità della propria vita.

Proprio nell’ultimo articolo riguardante la seduzione, abbiamo visto e rivisto, che l’aspetto più rilevante per sedurre una donna, è avere una autostima in se stessi elevata.

Ma in realtà, l’autostima è il primo ingrediente che hai bisogno anche per raggiungere i tuoi obiettivi: devi avere un autostima elevata per credere in te stesso.

Solo credendo in te stesso, ed in quello che stai facendo, attrarrai il successo.

Che tu voglia conquistare una donna, finire gli studi con successo, trovare un lavoro migliore o mettersi in proprio, è quindi indispensabile che tu abbia stima di te stesso.

Tu sei quello che tu credi di essere.

Se tu credi di essere sfigato, a causa di una scarsa autostima, lo sarai.

Guardandoti allo specchio, se tu credi essere brutto, sempre a causa di una scarsa autostima, lo sarai, proprio come abbiamo visto nell’articolo dei tre step per essere più attraenti nei confronti delle donne.

Secondo lo stesso principio, se credi che tu sei nato povero e morirai povero, allora così sarà. E no, morire povero o ricco non è una questione di fortuna o sfortuna.

Per ogni aspetto della nostra vita, abbiamo bisogno di autostima per migliorarlo.

Ecco perchè ho deciso di dedicare un articolo approfondito su come migliorare l’autostima.

immagine di se

Come aumentare l’autostima cambiando l’immagine che hai di te stesso

La combinazione dei pensieri dominanti nella nostra mente, sono quelli che influenzano il nostro modo di fare e il nostro modo di essere.

I nostri pensieri, sono la nostra bussola.

Noi ci muoviamo in direzione dei nostri pensieri, dal primo momento della giornata, fino a quando andiamo a dormire. Noi siamo consci dal momento in cui il nostro cervello elabora pensieri.

Al mattino, tu prima pensi che è arrivato il momento di alzarsi dal letto, e poi tu ti alzi.

Al mattino, tu prima pensi che è arrivato il momento di fare colazione, e poi tu ci vai.

Poco dopo pensi che si è fatta ora di andarsi a vestire, e poi tu vai a vestirti.

Così, per tutta la giornata, è un susseguirsi di “penso” e “agisco”.

Il problema della stragrande maggioranza delle persone, è che vive con il pilota automatico.

Tantissime persone sono in balia dei loro pensieri, e non si sforzano ad riottenerne il controllo.

Le azioni, come abbiamo visto, seguono i pensieri, e ne consegue quindi che la propria vita è senza controllo da parte di loro stessi.

La vita delle persone che non impongono a loro stessi determinati pensieri, è come una nave in mezzo all’oceano in balia delle onde, dove il marinaio non è capace di domarle e scegliere lui dove andare.

Se in questo momento hai una scarsa autostima, vuol dire che tu non hai il pieno controllo sui tuoi pensieri, dato che la scarsa autostima, parte proprio da qui: i pensieri che tu hai riguardo te stesso.

L’autostima, è la qualità dei tuoi pensieri su te stesso.

Pensieri positivi su te stesso, portano ad una elevata autostima, pensieri negativi portano invece ad una scarsa autostima.

Se i pensieri sono quello che anticipano le nostre azioni, è chiaro che una persona con scarsa autostima, è molto difficile che raggiungerà il successo.

Lo abbiamo anticipato prima di questo paragrafo: tu sei quello che tu credi di essere.

Ed è quindi fondamentale che l’ immagine di te stesso, nella tua mente, deve essere differente.

Non ci sono trucchi per aumentare l’aumentare l’autostima, se non cambiare l’immagine che tu hai di te stesso nella tua mente.

Come vedi te stesso adesso? Se dovessi guardarti ad uno specchio che riflettesse il tuo stato d’animo, i tuoi fallimenti o successi, le tue ansie o paure, cosa vedresti in questo specchio?

Come invece ti vedi tra 5 anni? Che tipo di lavoro avrai? In che tipo di relazione sarai? Quali saranno i tuoi successi, oppure i tuoi fallimenti? Che tipo di ansie o paure credi che tu avrai nella tua vita? Cosa avrai imparato a fare?

Chiudi gli occhi e pensaci.

Fallo ora, poi continua a leggere questo articolo.

Chiudi ora gli occhi.

Non sbirciare.

Fatto? Bene.

Prima di proseguire con il ragionamento, ci tengo a sottolineare una cosa.

Non ti ho chiesto di guardare il tuo passato.

Il motivo è perchè il passato non conta.

Il passato non è capace di influenzare il tuo futuro, se non nel breve termine, e fin quando tu non lo permetterai.

Molte persone vivono la loro vita come un riflessione del passato, ma non c’è cosa più sbagliata.

Se i nostri precedenti cinque anni, saranno uguali ai futuri cinque, vuol dire che la nostra vita è statica, e lo sarà fino alla morte.

Il nostro futuro, dovrebbe esser sempre migliore del nostro passato.

Chiaro, ci possono essere periodi negativi, altri negativissimi, ma fa parte della vita.

Se facciamo tre passi indietro, l’importante è che poi ne facciamo quattro avanti. Anche se questi passi avanti vengono fatti dopo mesi o anni, come spesso succede.

Ecco perchè è fondamentale che quando tu hai chiusi gli occhi, hai avuto un immagine di te stesso, sopratutto nel futuro, positiva.

Ma se sei qui, è probabile è che tu non abbia avuto una immagine di te stesso positiva e questo succede perchè hai una scarsa autostima.

Oppure magari, hai avuto una immagine di te mediamente positiva, ma sei qui perchè vorresti essere ancora meglio.

In entrambi casi, per raggiungere quello che tu vuoi, devi cambiare i tuoi pensieri su chi tu credi di essere adesso, e di chi tu credi essere in futuro.

Devi cambiare i tuoi pensieri su chi tu sei adesso, e su chi tu sarai un domani, se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi, anche i più ambiziosi.

Per cambiare i tuoi pensieri, quindi la tua immagine, vuol dire cambiare la stima nei tuoi confronti.

Devi cambiare le parole che tu ripeti a te stesso, se vuoi cambiare l’immagine che tu hai di te stesso, e quindi aumentare l’autostima.

Se tu ad esempio continui a ripeterti di essere scarso a suonare il pianoforte, lo sarai.

Se invece ti ripeti che sei temporaneamente scarso solamente perchè non hai praticato abbastanza (presente), ma con la pratica diventerai bravo (futuro), allora diventerai un bravo pianista.

Presta attenzione alle parole che ripeti a te stesso.

Solamente la ripetizione delle parole, che già fai quotidianamente ma in negativo, ti permetterà di cambiare i tuoi pensieri, quindi la tua immagine, quindi chi tu sarai.

Hai mai visto i Simpson dove Bart doveva scrivere alla lavagna una frase per punizione fino alla fine della scuola?

bart scrive alla lavagna

Dovrai fare lo stesso.

Non scherzo.

Ovviamente, non per punizione, ma semplicemente per cambiare i tuoi pensieri dominanti.

Prendi un diario, e prefiggiti l’obiettivo di scrivere almeno due volte al giorno, quello che tu vorresti essere in un determinato aspetto della tua vita.

Ho scoperto questo semplice, e non banale, esercizio circa cinque anni fa, e posso confermarti che ad oggi è forse l’unico esercizio che ho avuto costanza di eseguire ogni giorno, proprio perchè mi accorgo che è molto potente.

Ritorniamo a te.

Hai bassa autostima e credi di essere brutto?

Bene, scrivi ogni giorno, due volte al giorno, questa frase:

Io, [tuo nome], sono un ragazzo di bella presenza grazie al fatto che mi alleno 3 volte a settimana, mi reco dal barbiere almeno 2 volte in un mese, eseguo ogni giorno il trattamento per le acne al mio viso.

Questo è ovviamente un esempio, dovrai ovviamente adattarlo alla tua situazione, e sopratutto oltre a ripeterlo, anche fare le azioni scritte.

Un altro esempio, potrebbe essere che tu hai scarsa autostima nel suonare il piano, uno strumento nella quale stai cercando di fare carriera.

In questo caso, potresti scrivere due volte al giorno sul tuo diario, un frase del tipo:

Io, [tuo nome], sono un bravo pianista grazie al fatto che ogni giorno mi alleno almeno 6 ore, nel mio tempo libero guardo su YouTube video delle esibizioni di grandi pianisti oppure leggo libri biografici dei più grandi artisti, oltre al fatto di confrontarmi ogni giorno con altri artisti.

Come puoi vedere, ho scritto al presente: “sono bello”, non “sarò bello”, e “sono bravo” non “sarò bravo”, in quanto il segreto per raggiungere i tuoi obiettivi è proiettare il futuro nel presente, altrimenti resterà sempre nel futuro.

Mi raccomando quindi: prendi carta e penna, ed esegui questo esercizio due volte al giorno.

All’inizio non crederai a quello che tu scrivi di te stesso.

Forse non ci crederai per settimane, o mesi, a seconda di quanto è scarsa la tua autostima.

Una cosa però è certa: prima o poi inizierai ad accettare quello che tu stai scrivendo.

Inizierai a credere a quelle parole, ad accettarle.

Proprio in quel momento, avrai aumentato la tua autostima.

Questo è il potere della ripetizione.

aumentare autostima

La lista delle azioni che influenzano l’ autostima

Ci sono azioni che noi facciamo nel quotidiano che influenzano, positivamente oppure negativamente, la nostra autostima.

Ci sono azioni che influenzano la nostra autostima direttamente, oppure indirettamente.

Partiamo dalle seconda tipologia di azioni, dato che sono quel tipo di azioni che non sono proprio sotto alla luce del sole.

Essendo noi essere umani, organismi biologici, subiamo un processo definito “Omeostasi Biologica”, dove gli stimoli esterni influenzano, positivamente o negativamente, meccanismi di autoregolazione interni, chimicamente.

Avere una scarsa autostima, non è altro che un serie di pensieri negativi, combinati, che sono generate dalla regolazione, in positivo o in negativo, di sostanze chimiche nel nostro cervello.

Anche per esempio il fatto di leggere questo articolo, a causa dello stimolo che ti stanno dando queste parole, nel tuo cervello si stanno “attivando” o “disattivando” chimicamente diverse sostanze chimiche.

Insomma, questo succede sempre. Qualunque cosa tu faccia, è la natura.

Ma se prima abbiamo visto come cambiare l’immagine di noi stesso dall’interno, cambiando i nostri pensieri a partire dalle nostre parole, è bene comprendere che sono anche gli stimoli esterni, ad impattare sui nostri pensieri, a livello chimico.

Noi siamo essere biologici, quindi i nostri pensieri sono la traduzione di impulsi elettrici generati dalla chimica del nostro cervello.

Diversi studi hanno per esempio riscontrato che fare attività fisica, qualunque essa sia, aumenta l’autostima.

Questo accade in quanto l’attività fisica fa sì che nel nostro cervello vi è una attivazione combinata di sostanze chimiche, che ci permettono di cambiare l’immagine di noi stessi.

Al contrario, ci sono studi che dimostrano come il porno, influenza in modo negativo l’autostima.

Ho dedicato tanti articoli sul mio blog del perchè il porno è meglio evitarlo, ed uno dei motivi è proprio questo.

Sull’argomento, puoi iniziare proprio dal mio primo articolo sul blog, che riguarda proprio di come il porno distrugge la tua vita sessuale, ma non solo, anche la tua vita personale.

Oltre questo tipo di azioni, che sembrano non correlate alla nostra autostima, che quindi possiamo definire con effetti indiretti, ci sono quelle azioni che hanno effetti diretti sulla nostra autostima.

Per esempio, se noi ci reputiamo poco belli, sappiamo che dobbiamo andare in palestra per migliorare l’aspetto fisico, oltre che per stare in forma.

Abbiamo visto che la palestra aumenta l’autostima, ma il fatto di non andarci, l’abbassa ulteriormente, in quanto noi sappiamo cosa dobbiamo fare, ma non lo stiamo facendo, e quindi ci tira in un vortice negativo.

Se vogliamo diventare a suonare il piano, sappiamo benissimo che dobbiamo suonare per diventare bravi, e il fatto di non suonarlo, peggiore ancora di più la nostra autostima.

Capitano a tutti momenti “no”, dove non possiamo essere completamente in forma.

Ecco perchè un trucchetto che ho imparato è quello dei giorni grigi, di cui dedicherò un intero articolo a riguardo.

Aumentare l’autostima, cambiando la nostra immagine e le nostre azioni

L’autostima, abbiamo visto quindi che altro non è che una serie di pensieri negativi, che generano un immagine negativa di noi stessi nella nostra mente.

Se vogliamo aumentare l’autostima, dobbiamo quindi cambiare i nostri pensieri che noi abbiamo riguardanti noi stessi.

Cambiando i nostri pensieri, cambieremo anche le nostre azioni, dato che le nostre azioni sono il risultato dei nostri pensieri dominanti.

Se riusciamo a cambiare i nostri pensieri dominanti, tramite la ripetizione quotidiana di parole positive spese su noi stessi, riusciremo a mettere in moto quel circolo virtuoso dove i nostri pensieri positivi ci influenzano ad agire nella direzione delle nostre ambizioni, e il solo fatto di aver portato a termine il compito che abbiamo dato a noi stessi, aumenta ulteriormente l’autostima.

Aumentare l’autostima, e tenerla sempre elevata, vuol dire mettere in moto questo circolo virtuoso di positività nei nostri pensieri, e nelle nostre azioni.

Ti auguro il meglio.

Lascia un commento